17 giugno 2009



Ambrogio Lorenzetti, La città ideale: il buon governo

COSTITUZIONE DELLO STATO DI UTOPIA


1. Va affermato che il principio della Ragione è l’unico, per quanto relativo e limitato, a poter dirimere le controversie tra gli Uomini, all’interno degli Stati, e fra gli Stati, per le questioni di carattere internazionale. Nessuna guerra può essere giustificata.

2. La Vita è patrimonio assoluto dell’Umanità Universale e va rispettata, difesa e protetta con ogni mezzo. Essa non può essere svilita o mortificata né ridotta al rango di merce.

3. Gli uomini sono tutti uguali. La vita di ogni individuo è unica e gli appartiene quale patrimonio esclusivo, inalienabile ed incomprimibile ed in quanto tale va difesa e protetta. Se una vita dipende dal sacrificio di un’altra dovrà essere usato ogni mezzo ragionevole per difenderle entrambe.

4. La varietà delle Culture è la ricchezza dell’Umanità. Le differenze di pensiero, e dei mezzi espressivi e culturali che lo rendono manifesto sono il riflesso della ricchezza dell’Umanità. Il patrimonio delle Culture dell’Umanità è unico e garantisce la diffusione ed il rispetto della cultura di ciascun Popolo.

5. Deve essere promossa ogni iniziativa ed ogni attività che favorisca l’istruzione individuale e lo scambio culturale fra gli uomini.

6. L’idea di Popolo deve necessariamente trovare un corrispettivo in quella di Umanità. Nessun Popolo potrà considerarsi libero e schivo dal pericolo se non vengono riconosciuti e protetti i Diritti Fondamentali dell’Umanità.

7. La Storia dell’Uomo è il terreno che nutre la pianta dell’Umanità. Deve essere promossa la costruzione e la diffusione della conoscenza della Storia Universale e deve essere impiegata una scala per la misurazione del Tempo Storico valevole su scala planetaria, slegata da riferimenti fideistico-religiosi.

8. La cultura è un patrimonio indivisibile dell’Umanità. Per i monumenti, i siti archeologici e le opere d’arte deve essere istituito un regime di proprietà internazionale che assicuri a tutta l’Umanità la fruizione del patrimonio storico-artistico. I beni vanno lasciati o restituiti ai Paesi d’Origine, là dove hanno trovato ragione di nascere. Va promossa ogni iniziativa per rendere l’Umanità consapevole che tale patrimonio è unico ed indivisibile.

9. Il patrimonio culturale dell’Umanità deve giovarsi di una banca dati Universale e collettiva riconosciuta da tutti ed a disposizione di ognuno. Il patrimonio di libri, fotografie, opere filmate (come Youtube) deve essere riconosciuto Patrimonio culturale dell’Umanità; ne deve essere protetto il diritto di accesso gratuito da parte di tutti e ne devono essere garantiti permanentemente l’accrescimento e l’aggiornamento tecnologico.

10. Per realizzare l’ideale di Umanità Universale, gli Stati nazionali si sciolgono per consentire la costruzione degli stati Uniti del Mondo.


Altri modi di dire:
1. L’albero della Vita;
2. La pianta della Fertilità;
3. L’albero della Conoscenza

4 commenti:

teoderica ha detto...

Capeggiava una scritta , tempo fa, su un muro di Ravenna......PER REALIZZARE UN' UTOPIA OCCORRE PRIMA SOGNARLA.... ebbene, tutte le volte che la vedevo pensavo :- domani prendo su il nero e cancello PRIMA....perchè l' utopia si sogna sempre ma mai si realizza e quel PRIMA faceva pensare che ci sarebbe stato un poi dove l' utopia si sarebbe realizzata. Sono troppo pessimista? Buonanotte.

pietro d. perrone ha detto...

No Paola, questa è una visione dell'Utopia troppo triste e rinunciataria.
Penso invece che l'Utopia sia l'idea del Nuovo, di ogni Nuovo che ha caratterizzato una Nuova epoca.
Penso anche che ci sono personaggi della storia che ci dimostrano che l'Utopia è qualcosa in cui si può, anzi, si deve credere. Invero ce ne sono anche altri che dimostrano il contrario, cioè quello che dici tu.
Ma è importante che ci si possa credere a qualcosa che sembra un'Utopia irraggiungibile, che ci si possa credere senza avere paura di sembrare sognatori illusi.
Penso a Giordano Bruno, Galileo, Caravaggio, Rousseau, Voltaire, Mazzini, Cavour... e penso a tanti altri il cui nome mi sfugge o che, addirittura, non sono mai diventati famosi.
Penso a due nomi, cara Paola, effigiati su una targa di marmo situata sulle mura di Piazza del Popolo, a Roma, proprio sopra l'ingresso della Piazza dal lato di Piazzale Flaminio.
Prendo la descrizione che ne dà Wikipedia:" Angelo Targhini, fu un membro della Carboneria giustiziato a Roma, in Piazza del Popolo, il 23 novembre 1825, insieme al suo compagno di "vendita" carbonara Leonida Montanari, per aver tentato di uccidere un traditore e spia".
Sono anche stati i protagonisti di un famoso film di Luigi Magni, Nell'anno del Signore.
La loro Utopia l'hanno pagata con la vita.

Ma dopo di loro, come dopo l'inutile rogo di Campo dei Fiori, dopo la condanna del Galileo, dopo ogni Inquisizione, l'Utopia diviene una concreta realtà, un bene da proteggere, perchè c'è sempre qualcuno che vorrebbe rubarcelo.

Potrei fare moltissimi altri nomi, altri sognatori che non si erano affatto illusi, in tutti i campi, poeti, inventori, scienziati, filosofi, politici, eccetera.

Ognuno di loro fu condannato dal Potere, che li considerò, di volta in volta, traditori, sovversivi, carbonari, eretici o non più che altro, ma l'elenco sarebbe ancora lunghissimo.

Ecco perchè quella bozza di Costituzione potremmo adottarla come Costituzione della repubblicaindipendente. Con qualche modifica - penso al riferimento all'Italia, nell'ultimo articolo, inutile e provinciale, che ancdrebbe sostituito con "gli Stati", per essere generalizzabile - magari con qualche modifica che potresti suggerirmi anche tu.

Poi ci pensiamo meglio: ho solo il dubbio che dare una Costituzione alla Repubblicaindipendente è già un atto di forza, che spezza la linea di principio dell'assoluta mancanza di regole.
Forse si potrebbe superare il problema scegliendo di "adottare" quel testo non nel senso del significato giuridico della parola (come, adottare una legge), ma nel senso umano del termine (come, adottare un bambino).

A presto.

demonarch ha detto...

Lorenzetti is excellent! One of the painters of the end of the Middle Ages, before the concepts of angles.
Be on vacation in July. Maybe travel. And you?
Cheers

teoderica ha detto...

Forse si potrebbe superare il problema scegliendo di "adottare" quel testo non nel senso del significato giuridico della parola (come, adottare una legge), ma nel senso umano del termine (come, adottare un bambino).
Sì , questa è proprio una buona idea.
Per quanto riguarda l' utopia tu mi ridai con le tue parole speranza ovvero utopia.
E' tanto che aspetto ......

ROMA Meditazione orale

Loading...

Martin Luther King dream and dead

Loading...

elogio della schiavitù

Loading...

LORCA by COHEN refrain

Loading...

MERAVIGLIA !

Loading...

ISHTAR

Loading...

Peter WEISS

Loading...

MILENA JESENSKA' E FRANZ KAFKA

Loading...

DANTE GABRIEL ROSSETTI

Loading...

ALSO SPRACH ZARATHUSTRA

Loading...

Dylan Thomas

Loading...

Albrecht Durer

Loading...

PICASSO

Loading...

ALVARO DE CAMPOS - PESSOA

Loading...