5 maggio 2009




PREMESSA

1) L'aggettivo democratico sta a significare che sono esclusi dal presente piano ogni movente od intenzione anche occulta di rovesciamento del sistema.

2) Il piano tende invece a rivitalizzare il sistema attraverso la sollecitazione di tutti gli istituti che la Costituzione prevede e disciplina, dagli organi dello Stato ai partiti politici, alla stampa, ai sindacati, ai cittadini elettori.

3) Il piano si articola in una sommaria indicazione di obiettivi, nella elaborazione di procedimenti - anche alternativi - di attuazione ed infine nella elencazione di programmi a breve, medio e lungo termine.

4) Va anche rilevato, per chiarezza, che i programmi a medio e lungo termine prevedono alcuni ritocchi alla Costituzione - successivi al restauro del libero gioco delle istituzioni fondamentali - che, senza intaccarne l'armonico disegno originario, le consentano di funzionare per garantire alla nazione ed ai suoi cittadini libertà e progresso civile in un contesto interno e internazionale ormai molto diverso da quello del 1946.

...........................

PROGRAMMI
.................

MEDIO E LUNGO TERMINE

Nel presupposto dell'attuazione di un programma di emergenza a breve termine come sopra definito, rimane da tratteggiare per sommi capi un programma a medio e lungo termine con l'avvertenza che mentre per quanto riguarda i problemi istituzionali è possibile fin d'ora formulare ipotesi concrete, in materia di interventi economico-sociali, salvo per quel che attiene pochissimi grandi temi, è necessario rinviare nel tempo l'elencazione di problemi e relativi rimedi.

a) Provvedimenti istituzionali

a1) Ordinamento giudiziario
i - unita' del Pubblico Ministero (a norma della Costituzione - articoli 107 e 112 ove il P.M. è distinto dai Giudici);
ii - responsabilità del Guardasigilli verso il Parlamento sull'operato del P.M. (modifica costituzionale);
iii - istruzione pubblica dei processi nella dialettica fra pubblica accusa e difesa di fronte ai giudici giudicanti, con abolizione di ogni segreto istruttorio con i relativi e connessi pericoli ed eliminando le attuali due fasi d'istruzione;
iiii - riforma del Consiglio Superiore della Magistratura chedeve essere responsabile verso il Parlamento (modifica costituzionale);
iV - riforma dell'ordinamento giudiziario per ristabilire criteri di selezione per merito delle promozioni dei magistrati, imporre limiti di età per le funzioni di accusa, separare le carriere requirente e giudicante, ridurre a giudicante la funzione pretorile;
iVI - esperimento di elezione di magistrati (Costit. art. 106) fra avvocati con 25 anni di funzioni in possesso di particolari requisiti morali;
a2) Ordinamento del Governo
i - modifica della Costituzione per stabilire che il Presidente del Consiglio è eletto dalla Camera all'inizio di ogni legislatura e può essere rovesciato soltanto attraverso l'elezione del successore;
ii - modifica della Costituzione per stabilire che i Ministri perdono la qualità di parlamentari;
iii - revisione della legge sulla contabilità dello Stato e di quella sul bilancio dello Stato (per modificarne la natura dacompetenza in cassa);
iiii - revisione della legge sulla finanza locale per stabilire - previo consolidamento del debito attuale degli enti locali da riassorbire in 50 anni - che Regioni e Comuni possono spendere al di là delle sovvenzioni statali soltanto i proventi di emissioni di obbligazioni di scopo (esenti da imposte e detraibili) e cioè relative ad opere pubbliche da finanziare, secondo il modello USA. Altrimenti il concetto di autonomia diviene di sola libertà di spesa basata sui debiti;
iV - riforma della legge comunale e provinciale per sopprimere le provincie e ridefinire i compiti dei Comuni dettando nuove norme sui controlli finanziari.
a3) Ordinamento del Parlamento
i - nuove leggi elettorali, per la Camera, di tipo misto (uninominale e proporzionale secondo il modello tedesco), riducendo il numero dei deputati a 450 e, per il Senato, di rappresentanza di 2° grado, regionale, degli interessi economici, sociali e culturali, diminuendo a 250 il numero dei senatori ed elevando da 5 a 25 quello dei senatori a vita di nomina presidenziale, con aumento delle categorie relative (ex parlamentari - ex magistrati - ex funzionari e imprenditori pubblici - ex militari ecc.);
ii - modifica della Costituzione per dare alla Camera preminenza politica (nomina del Primo Ministro) ed alSenato preponderanza economica (esame del bilancio);
iii - stabilire norme per effettuare in uno stesso giorno ogni 4 anni le elezioni nazionali, regionali e comunali (modifica costituzionale);
iiii - introdurre la categoria delle leggi organiche (come in Francia) riservata ai codici, alle norme in materia di organizzazione dell'esecutivo, del pubblico impiego e degli ordinamenti giudiziario e militare, da approvare in Aula e con maggioranza qualificata;
iV - stabilire che i decreti-legge sono inemendabili;
a4) Ordinamento di altri organi istituzionali
i - Corte Costituzionale: sancire l'incompatibilità successiva dei giudici a cariche elettive od in enti pubblici; sancire il divieto di sentenze cosiddette attittive (che trasformano la Corte in organo legislativo di fatto);
ii - Presidente della Repubblica: ridurre a 5 anni il mandato, sancire l'ineleggibilità ed eliminare il semestre bianco (modifica costituzionale);
iii - Regioni: modifica della Costituzione per ridurre il numero e determinarne i confini secondo criteri geoeconomici più che storici.

b) Provvedimenti economico sociali

b1) Nuova legislazione antiurbanesimo subordinando il diritto di residenza alla dimostrazione di possedere un posto di lavoro od un reddito sufficiente (per evitare che saltino le finanze dei grandi Comuni);
b2) nuova legislazione urbanistica favorendo le città satelliti e trasformando la scienza urbanistica da edilizia in scienza dei trasporti veloci suburbani;
b3) nuova legislazione sulla stampa in senso protettivo della dignità del cittadino (sul modello inglese) e stabilendo l'obbligo di pubblicare ogni anni i bilanci nonchè le retribuzioni dei giornalisti;
b4) unificazione di tutti gli istituti ed enti previdenziali ed assistenziali in un unico ente di sicurezza sociale da gestire con formule di tipo assicurativo allo scopo di ridurre i costi attuali;
b5) disciplinare e moralizzare il settore pensionisticostabilendo:
i - il divieto del pagamento di pensioni prima dei 60 anni salvo casi di riconosciita inabilità;
ii - il controllo rigido sulle pensioni di invalidità;
iii - l'eliminazione del fenomeno del cumulo di più pensioni;
b6) dare attuazione agli articoli 39 e 40 della Costituzione regolando la vita dei sindacati limitando il diritto di sciopero nel senso di:
i - introdurre l'obbligo di preavviso dopo avere espedito il concordato;
ii - escludere i servizi pubblici essenziali (trasporti; dogane; ospedali e cliniche; imposte; pubbliche amministrazioni in genere) ovvero garantirne il corretto svolgimento;
iii - limitare il diritto di sciopero alle causali economiche ed assicurare comunque la libertà di lavoro;
b7) nuova legislazione sulla partecipazione dei lavoratori alla proprietà azionaria delle imprese e sulla cogestione (modello tedesco)
b8) nuova legislazione sull'assetto del territorio (ecologia, difesa del suolo, disciplina delle acque, rimboschimento, insediamenti umani);
b9) legislazione antimonopolio (modello USA);
b10) nuova legislazione bancaria (modello francese);
b11) riforma della scuola (selezione meritocratica - borse di studio ai non abbienti - scuole di Stato normale e politecnica sul modello francese);
b12) riforma ospedaliera e sanitaria sul modello tedesco.

c) Stampa - Abolire tutte le provvidenze agevolative dirette a sanare i bilanci deficitari con onere del pubblico erario ed abolire il monopolio RAI-TV.

ORGANIGRAMMA
ECONOMIA E FINANZA

- Governatore Banca d'Italia

- Direttore Generale B.ca It.

- Presidente IRI (e finanziarie dipendenti)

- Dir. Gen. "

- Presidente ENI (e finanziarie dipendenti)

- Dir. Gen. "

- Presidente

e Dir. Gen. Enti di gestione PP.SS. (EGAM - EFIM - Cinema - Terme)

- Presidente Cassa Mezzog.

- Dir. Gen. "

- Presidente IMI

- Dir. Gen. "

- Presidente Mediobanca

- Dir. Gen. "

- Presidente Italcasse

- Dir. Gen. "

- Presidente Mediocredito Centrale

- Dir. Gen. "

- Presidente ICIPU

- Dir. Gen. "

- Presidente INA

- Dir. Gen. "

- Presidente INPS

- Dir. Gen. "

- Presidente INAM

- Dir. Gen. "

- Presidente INADEL

- Dir. Gen. "

MAGISTRATURA

- Primo Pres. Corte Cass.

- Proc. Gener. " "

- Avv. Gener. " "

- Pres. C.A.

- Proc. Gen. C.A.

- Pres. Trib.

- Proc. Repubbl.

- Cons. Istrutt.

Roma
Milano
Torino
Venezia
Bologna
Firenze
Napoli
Bari
Catanzaro
Palermo


PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

- Presidente Consiglio di Stato

- Presidente Corte dei Conti

- Procuratore Generale Corte dei Conti

- Ragioniere Generale dello Stato

- Segretario Generale Ministero Affari Esteri

- Segretario Generale Programmazione

- Capo della Polizia

- Direttore Generale FF.SS

- Direttore Generale PP.TT

- Direttore Generale ANAS

- Direttore Generale Tesoro

- Direttore Generale II.DD.

- Direttore Generale II. Indir.

- Direttore Generale UTE

- Direttore Generale fonti d'energia

- Direttore Generale produzione industriale

- Direttore Generale valute

- Direttori Generali istruzione

elementare
secondaria 1° grado
superiore
tecnica
professionale
universitaria


CORPI MILITARI

- Capo S.M. Difesa

- Capo S.M. Esercito

- Capo S.M. Marina

- Capo S.M. Aeronautica

- Com.te Arma CC.

- Capo S.M. Guardia Fin.

- Com.ti Regioni Territoriali Eserc.

- Com.ti Zone Aeree

- Com.ti Dipartim. Mil. Maritt.

- Com.te Guardie PS

- Com.te Guardie Forestali

- Com.te Guardie Carcerarie

- Com.te Sid.


Note

Sequestrato a M. Grazia Gelli nel luglio del 1982.


2 commenti:

teoderica ha detto...

Caro Piero, ti sarei grata , se tu mi spiegassi cosa vuol dire ciò. Perchè non ho mai approfondito l' argomento e non ho mai visto questa lista. Ciao.

pietro d. perrone ha detto...

Cara Paola, questi sono il programma (ne ho pubblicato solo un estratto, ma ho messo il link al documento intero) e la lista (non ho pubblicato i nomi, noti, ma solo una funzionigramma; ma c'è il link per leggere tutti i nomi. Davvero interessanti) della Loggia Massonica "Propoaganda 2 (P ") di Licio Gelli, sequestrati dalla magistratura.

C'è anche un link sorpresa. Clikka su quel link. E' interessante.

Il programma della loggia è interessante. Coincide quasi esattamente con la realtà italiana come si è definita negli anni, come è oggi.
Ma la loggia era un'associazione segreta e vietata dalla legge!

E' un documento interessante.

ROMA Meditazione orale

Loading...

Martin Luther King dream and dead

Loading...

elogio della schiavitù

Loading...

LORCA by COHEN refrain

Loading...

MERAVIGLIA !

Loading...

ISHTAR

Loading...

Peter WEISS

Loading...

MILENA JESENSKA' E FRANZ KAFKA

Loading...

DANTE GABRIEL ROSSETTI

Loading...

ALSO SPRACH ZARATHUSTRA

Loading...

Dylan Thomas

Loading...

Albrecht Durer

Loading...

PICASSO

Loading...

ALVARO DE CAMPOS - PESSOA

Loading...